fbpx

Tre ricette primaverili ideali per la tua pausa pranzo

Tempo di lettura dell’articolo: 3 minuti

Per la pausa pranzo (in ufficio o a casa) tre ricette primaverili, sane e appetitose.

Anche tu non sai mai cosa cucinare per il giorno dopo al lavoro? Non preoccuparti, con i nostri consigli non avrai problemi.
Abbiamo preparato per te tre ricette primaverili per la tua pausa pranzo con ingredienti di stagione e a base vegetale

Da oggi le tue pause pranzo avranno un sapore delicato e gustoso, ma soprattutto green!

Pronti ad avere la primavera direttamente nel piatto?

Di cosa parliamo

Una piccola dritta prima di iniziare

Trasportare i tuoi piatti deve essere facile e comodo: usa lunch box con chiusure ermetiche per impedire l’uscita di odori che possano risultare sgradevoli. Scegli quella più adatta alle tue esigenze.

Tre ricette primaverili per la pausa pranzo: facili da preparare e pronte da gustare (anche) il giorno dopo

Il tempo a disposizione è sempre così poco che spesso preferiamo comprare panini, focacce o pizze già pronte. Questa soluzione va bene saltuariamente, ma farla diventare un’abitudine è sbagliato: salute e portafogli non ne saranno felici. 

La digestione di piatti così ricchi di carboidrati e grassi è lunga e difficoltosa, tanto da interferire con la tua produttività.

Seguendo i nostri consigli avrai pause pranzo salutari e al tempo stesso appaganti

Iniziamo?

[Ricetta] Minestrone di primavera

Il minestrone di primavera non può mancare, versatile e facile da preparare.
Usa le verdure che preferisci, ma scegli sempre quelle di stagione
Puoi aggiungere legumi, pasta, riso o cereali a tua scelta.

Il minestrone che ti proponiamo è un piatto leggero che puoi consumare senza sensi di colpa.

Il minestrone di stagione ci piace perché: 

  • È comodo da preparare
  • Puoi arricchirlo come preferisci
  • Mentre cuoce puoi fare altro
  • Si conserva per qualche giorno (quindi puoi farne di più e porzionarlo)
  • È ok anche se sei a dieta!
  • È adatto anche ai celiaci o a chi segue una dieta senza glutine

Iniziamo!

Preparazione: 40 Minuti
Cottura: 45/50 Minuti
Difficoltà: facile
Porzioni: 1-2 persone
Costo: Basso

Ingredienti

  • 100 g. di piselli freschi sgranati
  • 100 g. di fave fresche sgusciate
  • 1 manciata di asparagi fini
  • 1 manciata di bietole
  • 1 patata
  • 1 carota novella
  • ½ costa di sedano
  • ½ cipollotto
  • erbe aromatiche: timo, rosmarino, maggiorana
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  1. taglia il cipollotto a filetti, le carote a rondelle ed il sedano a pezzettini
  2. spezzetta gli asparagi togliendo i gambi più duri, taglia le bietole a strisce irregolari e le patate a cubetti
  3. ungi il fondo di una pentola con un pò di olio, mettici il cipollotto e lascialo scaldare per un minuto
  4. aggiungi tutte le verdure, compresi i piselli, le fave e le erbe aromatiche (tritate)
  5. fai appassire leggermente girando spesso
  6. aggiungi circa mezzo litro d’acqua e porta a bollore
  7. regola di sale e fai cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti

Se vuoi un minestrone più ricco aggiungi i legumi che più ti piacciono.

Non è abbastanza?

Cuoci un pugno di pasta o di riso a parte per aggiungerli al minestrone a pochi minuti dalla fine della cottura.

[Ricetta] Maccheroni con puntarelle e olive

Le puntarelle sono le superstar della primavera. La puoi mangiare crude, in insalata o cotte. Noi te la proponiamo in versione cotta. 

Questa ricetta ci piace perché:

  • È facile da preparare
  • È equilibrata
  • La puoi usare con qualsiasi altra verdura di stagione a tuo piacimento
  • È buona anche fredda!

Iniziamo!

Preparazione: 40 Minuti
Cottura: 20 Minuti
Difficoltà: molto facile
Porzioni: 2 persone
Costo: Basso

Ingredienti

  • 200 g. di maccheroni
  • 250 g. di puntarelle
  • 1 spicchio di aglio
  • un pugno di olive senza nocciolo (noi abbiamo usato quelle nere tagliate)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b
  • un pezzetto di peperoncino (quello macinato è un ottimo sostituto)

Preparazione

  1. separa le puntarelle, tagliale a striscioline e lasciale a bagno nell’acqua ghiacciata per mezz’ora così si arricciano
  2. scalda 2-3 cucchiai di olio con lo spicchio di aglio in una padella
  3. unisci le puntarelle e lasciale appassire per qualche minuto, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno
  4. aggiungi le olive ed il peperoncino, regola con il sale e continua a cuocere fino a che la verdura diventa tenera. Aggiungi all’occorrenza poca acqua alla volta per renderle più morbide.
  5. Scola la pasta al dente e saltala in padella per un paio di minuti 

Il tuo piatto è pronto.

Vuoi dargli una nota croccante? Aggiungi al tuo piatto una spolverata di mandorle tostate tritate o in scaglie.

[Ricetta] Frittata di cipolline fresche con contorno di olive e barba del frate

La frittata è un piatto che mette d’accordo tutti.

Te la proponiamo in versione “light”, senza l’uso delle uova e quindi da gustare senza sensi di colpa. La accompagneremo con della barba del frate in padella

Questa ricetta ci piace perché:

  • È leggera ma gustosa
  • Puoi consumarla sia fredda che calda (ottimo se al lavoro non disponi di un forno a microonde)
  • Si conserva in frigo almeno un paio di giorni
  • Se sei intollerante all’uovo questa ricetta è un’ottima alternativa

Per la frittata

Preparazione: 10 minuti
Cottura: 20 minuti
Difficoltà: facile
Porzioni: 2 persone
Costo: molto basso

Ingredienti

  • ½ mazzo di cipolline fresche
  • 50 g. di farina
  • acqua fredda q.b.
  • un ciuffo di prezzemolo
  • un pizzico di zafferano (puoi usare in alternativa curcuma o curry)
  • un pugno di olive nere
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

  1. taglia a rondelle le cipolline e a pezzetti grossolani le loro code
  2. fai appassire cipolline e code in una padella antiaderente con poco olio e un pizzico di sale
  3. gira spesso e muovi la padella per evitare che le code si bruciacchiano (cuoci a fuoco basso)
  4. in una terrina versa la farina e a seguire versa l’acqua fredda poco alla volta e mescola fino ad ottenere una pastella liquida
  5. aggiungi prezzemolo tritato, un pizzico di zafferano, sale e pepe
  6. versa la pastella nella padella con le cipolle e gira per distribuirle in maniera uniforme
  7. cuoci per 10/15 minuti
  8. impiatta la frittata aggiungendo accanto le olive


Per la barba del frate

Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15/20 minuti
Difficoltà: facilissima
Porzioni: 2 persone
Costo: basso

Ingredienti

  • 200 g. di barba del frate
  • cipolla q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

  1. pulisci la barba del frate eliminando le radici legnose e lavala bene sotto l’acqua corrente e lasciala scolare
  2. soffriggi la cipolla con un filo d’olio extravergine di oliva in una padella
  3. versa la barba del frate nella padella con la cipolla. Aggiungi sale e pepe (a tuo gusto) e mezzo bicchiere di acqua calda.
  4. copri la padella con il coperchio e cuoci per circa 15/20 minuti mescolando di tanto in tanto. Se si asciuga troppo aggiungi un pochino d’acqua per volta.
  5. come alternativa all’acqua puoi usare il brodo vegetale. Renderai il tuo contorno più saporito.

Adesso puoi gustare la tua frittata senza uova accompagnata dalla barba del frate.

Pronti per assaporare le ricette primaverili per la pausa pranzo?

Che tu sia in ufficio o a casa sfrutta le temperature primaverili per gustare i tuoi piatti sotto il sole

Le tue pause avranno nuovi sapori ed una nuova veste.

Iscriviti per restare sempre aggiornato su nuove ricette!

Rimaniamo in contatto, iscriviti alla newsletter per ricevere nuove ricette

Ti disturberemo due volte al mese, non di più.

Ci saranno nuove ricette per la tua pausa pranzo e parleremo di Smart Working, organizzazione del lavoro, rapporti con i colleghi.. e molto altro!

Stampa il tuo ricettario ideale per le pause pranzo al lavoro

Tutte le nostre ricette possono essere salvate e stampate: troverai il pulsante di download sotto ogni ricetta.  

Avrai così un ricettario green da sfogliare tutte le volte che vuoi.


Se hai una stampante laser puoi usare i toner compatibili e risparmiare fino all’80% sui costi di stampa. 

Se questo articolo ti è piaciuto puoi dare una sbirciata a: 

L’articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su skype

Potrebbero piacerti anche questi articoli

Intervista a Soleterre Onlus

Tempo di lettura dell’articolo: 2 minuti e 30 secondi Conosciamo la Fondazione Soleterre Onlus Grazie alla nostra attività scopriamo tanti piccoli “mondi” fatti di imprese

Leggi Tutto »

Il lavoro ti stressa?

Fai un break e iscriviti alla Newsletter del nostro Blog. La riceverai due volte al mese, non di più. 

Parliamo di tendenze, gestione del lavoro e dello stress, rapporti con i colleghi e molto altro.

Prenditi 2 minuti e iscriviti alla Newsletter

.
Open chat
1
Chiedici un preventivo senza impegno, inizia a chattare con noi!