fbpx

Rientro al lavoro dopo il lockdown: come affrontare il ritorno in ufficio?

L’emergenza COVID-19 sembra si stia piano piano ridimensionando, ecco quindi qualche consiglio per affrontare il rientro in ufficio dopo il lockdown.

Dopo diverse settimane di smart working o di “pausa forzata” dal lavoro finalmente molti di noi stanno per andare incontro a una fase che potrebbe essere un nuovo inizio di normalità. 

Ma siamo veramente pronti? 

Muniamoci di mascherina, guanti e igienizzante e iniziamo ad affrontare insieme questo ritorno alla vita in ufficio.

Rientro al lavoro dopo il lockdown: ecco le soluzioni per te

E’ arrivato il momento di rientrare in ufficio, pronto/a? Non per tutti sarà facile, ma nemmeno impossibile. 

Sicuramente le sensazioni che stai provando sono comuni ai “lavoratori” che sono stati a casa per tutto questo tempo, chi ha continuato il proprio lavoro in remoto dividendosi tra prole e smart working e chi invece ha dovuto subire un fermo “forzato” dall’emergenza COVID-19.

Ecco perché tornare ad avere degli orari preimpostati e scontrarsi con le vecchie abitudini dopo un periodo così lungo non è facile, ma con qualche piccolo consiglio diventerà più semplice. 

Iniziamo!

Simula tuo rientro al lavoro

La prima cosa che potresti fare è simulare il rientro al lavoro qualche giorno prima dell’effettivo ritorno in ufficio: questo aiuterà ad alleviare quel senso di ansia e di preoccupazione che senti.

Quindi riprendi le abitudini precedenti a questa lunga pausa forzata, ricomincia organizzando una vera e propria tabella di marcia: pianifica le tue giornate come se fossi già rientrato al lavoro, questo ti aiuterà ad inserirti nel mood lavorativo in modo graduale e sereno.

Regola il tuo ciclo di sonno

Inizia a regolare il tuo ciclo sonno-veglia qualche giorno prima dell’effettiva ripresa al lavoro, perché in questo periodo di lockdown avrai vissuto senza orari.

Questo piccolo accorgimento ti permetterà di non avere un risveglio traumatico il primo giorno di lavoro.

Proprio per questo un suggerimento per te è di preferire un buon libro o una playlist per rilassarti anziché tv streaming e social. 

Anche una buona tisana rilassante prima di dormire potrà aiutarti 😉

Non sottovalutare l’alimentazione

Durante la quarantena ti sarai concesso delle pietanze che in una situazione normale non avresti consumato e magari avrai bevuto più alcolici del solito… purtroppo non potendo uscire di casa in qualche modo avrai pur dovuto impegnare le tue giornate!

Ora però è arrivato il momento di tornare ad un’alimentazione equilibrata cercando di rispettare il più possibile anche gli orari per consumare i pranzi e le cene.  

Aggiungi alla  tua dieta fibre e vitamina C che ti aiuteranno a sentirti sazio più velocemente e a rinforzare il tuo sistema immunitario un pò indebolito dallo stress a cui sei stato sottoposto in questa fase di emergenza.

Lo smart working ha funzionato?

Bene, allora perché non rivedere la gestione del lavoro in azienda in funzione di questo nuovo approccio? Smart Working non significa lavorare da casa, potrebbe anche includere questa opzione ma è solo una parte del processo lavorativo “smart”. 

Trasformate questa fase due in una occasione di studiare questo sistema per capire come farlo vostro e proporlo all’azienda. Il miglioramento della produzione e una maggiore soddisfazione del lavoratore sono garantiti!

Trovi maggiori informazioni qui »

Ok, ci siamo! Oggi è il primo giorno in ufficio dopo la pausa forzata, affrontiamolo con qualche piccolo escamotage: 

  • Cerca di arrivare in anticipo, beviti un caffè o un tè, metti in ordine la tua scrivania, siediti e chiudi gli occhi per un istante: ora puoi iniziare!
  • Riprendi gradualmente senza lasciarti sopraffare dalla frenesia ed indirizza la tua attenzione sulle tue attività: inizia dalle più urgenti ed importanti.
    Un piccolo consiglio che ci sentiamo di darti è quello di prepararti un planning, ma non solo:
    in questo articolo affrontiamo la gestione del lavoro e delle scadenze senza ansia né stress, scommettiamo che ti sarà utile per ricominciare!
  • Pianifica le tue pause: due al giorno per 10 minuti ciascuna saranno necessarie ad aiutarti a staccare per poi essere più produttivo.
  • Non essere negativo, la negatività indebolisce il tuo sistema immunitario!
    Prova a raggiungere degli nuovi obiettivi e prova ad includere qualche piccola novità:  una pausa caffè diversa dal solito orario, uno sfondo diverso sul tuo pc, cambia la  disposizione della cancellaria sulla scrivania, insomma introduci qualcosa di nuovo nella tua routine lavorativa.
  • Se in pausa pranzo non puoi tornare a casa non passarla completamente seduto/a e al chiuso: i bar hanno aperto in modalità asporto, se hai la fortuna di averne uno vicino concediti un caffè o un gelato.
  • Abiti vicino al lavoro e vai sempre in macchina? E’ arrivato il momento di cambiare: vai a piedi o in bici (meteo permettendo e sempre con le dovute precauzioni).

Facciamo il punto di questo rientro in ufficio?

La tua prima giornata lavorativa è finita: ricordati che il tempo non lo puoi fermare e che la fine della giornata arriva sempre, se è stata positiva… meglio ancora! Se non è andata bene non crucciarti, “domani è un altro giorno” e ritroverai il tuo equilibrio lavorativo un passo alla volta. 

Vedrai che trascorsi un paio di giorni non ti sembrerà nemmeno di essere stato lontano dall’ufficio per così tanto tempo! 

Se sei rientrato al lavoro ma il problema più grave è quello di essere rimasto/a senza toner allora non devi fare altro che chiederci un preventivo gratuito e senza impegno: consegna in 24/48 ore

In conclusione, com’è stato il tuo rientro al lavoro? Se ne hai voglia lascia un commento e condividi la tua esperienza!

Ti è piaciuto? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su skype

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
1
Chiedici un preventivo senza impegno, inizia a chattare con noi!